Anne Ancelin Schutzenberger

Anne Ancelin Schutzenberger nasce a Parigi nel 1919.

Professore Emerito all'Università di Nizza, dove dal 1967 presiede le ricerche del laboratorio di psicologia sociale e clinica; è co-fondatrice, con J.L.Moreno, del IAGP (Associazione Internazionale di Psicoterapia di Gruppo).

Anne ha studiato psicodramma con J.L. Moreno e con Jim Enneis a Washington DC (USA); comunicazione non verbale con Erwin Goffmann, Shefflen e Ray Birdwhistell in Pennsylvania (USA); terapia breve d'urgenza con Diana Everstine; psicanalisi con Robert Gessain e Francoise Dolto a Parigi; dinamiche di gruppo e psicosociologia con il gruppo di Kurt Lewin, Leon Festinger e Ronald e Rosemary Lippitt; analisi di gruppo con S.H. Foulkes a Londra, ed Eduardo Cortesao a Lisbona.
Ha lavorato con Carl Rogers, Margaret Mead, Gregory Bateson, Leon Festinger e il gruppo di Palo Alto (California).

E' una delle principali pioniere nel campo della terapia trangenerazionale (suo è il Genosociogramma che include da quattro a sei generazioni; ha coniato il termine Psicogenealogia Clinica).

A 84 anni diventa una scrittrice di bestseller con i suoi libri sui collegamenti transgenerazionali, come La Sindrome degli Antenati, tradotto in sette lingue.
Tutt'oggi, a 93 anni, lavora, conduce gruppi, lezioni e training in psicodramma, comunicazione non verbale, psicoterapia di gruppo, e il transgenerazionale.

La specificità e la forza del lavoro di Anne risiedono nell'attenzione al contesto. I fenomeni e le situazioni sono colti nel loro sistema, dentro al loro contesto familiare, storico, economico, culturale, nazionale e psico-storico. La ricchezza del suo approccio è nella varietà dei punti di vista: psicologia, psicanalisi, psicologia sociale, antropologia culturale, terapia familiare e comunicazione non verbale (linguaggio del corpo e utilizzo dello spazio).
Essa stessa afferma: “Se si guarisce un individuo senza toccare l'insieme della famiglia, se non viene compreso il senso delle ripetizioni transgenerazionali, la terapia non porta a nulla. Spesso si ottiene solo un miglioramento provvisorio.

Questo modo di vedere le cose rimette in discussione tutte le psicoterapie esistenti, classiche e nuove, comprese le più serie, le più celebri, le più rispettabili e, se volete, persino la psicanalisi individuale. […]
La famiglia, la società e l'equilibrio familiare hanno un forte impatto sullo sviluppo di una persona, sulla sua salute, sulla sua malattia e sulle sue ricadute”.

Presidente: Sonia Faccia | C.F. 91353620379 | Privacy
Sede centrale: Via C. Rusconi, 7 a/b - 40131 - Bologna | Contatti | Fax: +39 051.452.874
Le attività dell'Associazione sono rivolte ai soci ARCI. Per associarsi è sufficiente cliccare qui per compilare il modulo di adesione.