La Psicogenealogia e l'analisi transgenerazionale

in Psicogenealogia, Transgenerazionale

La Psicogenealogia considera la dimensione psicologica dell’ Albero Genealogico così come è vissuto, interiormente, da ciascun individuo. Può essere definita come un metodo che contestualizza la persona all’interno del suo panorama familiare, ridandogli un suo il suo proprio posto facendo riferimento alle informazioni genealogiche e all’impatto psicologico degli avvenimenti che si sono prodotti nelle generazioni precedenti. Stabilire la propria ‘carta d’identità genealogica’ rivela la mappa dei posti occupati dal parentado, fino a quel momento racchiusa nell’inconscio familiare. L’impatto degli avvenimenti a carattere traumatico vissuto dalle altre generazioni crea dei ‘luoghi assenza’ rivelatori di problematiche trasmesse all’insaputa dei discendenti.
Questo metodo utilizza principalmente il Genosociogramma, rappresentazione grafica dell’albero genealogico, come supporto. Il Genosociogramma è stato codificato dalla Professoressa Anne Ancelin Schutzenberger e lo stesso termine ‘Psicogenealogia’ è stato da lei coniato, grazie agli approfondimenti e alle sue ricerche sulla Sindrome di Anniversario e le correlazioni con la psico-storia.
Partire dalle tracce di chi ci ha preceduto ci conduce dentro dei luoghi a volte inattesi del nostro cosciente familiare e del nostro inconscio ancestrale.

Presidente: Sonia Faccia | C.F. 91353620379 | Privacy
Sede centrale: Via C. Rusconi, 7 a/b - 40131 - Bologna | Contatti | Fax: +39 051.452.874
Le attività dell'Associazione sono rivolte ai soci ARCI. Per associarsi è sufficiente cliccare qui per compilare il modulo di adesione.